Pinterest

 

Facciamo finta che sei appena entrato in una festa a sorpresa in tuo onore. Guardati intorno. Chi c’è nella stanza?

Molto probabilmente tutte le persone che sono a te più vicine, la tua famiglia, forse i tuoi genitori, alcuni dei vicini, un paio di colleghi, alcuni vecchi amici? Un microcosmo della tua vita è in quella stanza.

Ora fai finta di entrare dietro di te, quindi di essere un’altra persona chiedendo a tutti tranquillamente: “Cosa _________ (inserisci il tuo nome) fa lui/lei e cosa non sta facendo”.
Tutti o quasi, daranno una risposta.
Alcuni saranno davvero pesanti, altri divertenti, altri ancora, superficiali.

Quelli che hanno dato commenti pesanti possono basarsi su ciò che credono sia lo scopo della tua vita.
I più divertenti quelli che conoscono le tue passioni di cui non smetti di parlare.
Le risposte superficiali scaturiscono dalla conoscenza dei tuoi progetti di cui sanno qualcosa, ma che hai continuato a rimandare.

Indipendentemente da ciò, tutte le risposte sono importanti e sono degne della tua attenzione perché da qualche parte in queste risposte c’è la tua famiglia, la comunità e il tuo mondo.

La mia speranza è che queste piccole chiavi ti aiuteranno a cominciare ad agire trovando veramente il tempo per fermarti a pensare a ciò che sai devi fare e come potresti iniziare a muoverti.

Comprendi che ciò può essere più vicino di quanto sembri.
Pensa in maniera creativa.
È possibile scrivere un libro, mentre si ha un lavoro. Si possono fare servizi fotografici per le persone durante il fine settimana.

Fidati di me, una volta che ti permetti di far vedere la tua umana vulnerabilità, condividendola con altre persone, tutto cambia.
Ieri è andato. Domani è tardi. Fallo adesso!

Autore dell’articolo : Adry.W

Tutti i diritti riservati




Pinterest

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>