Pinterest

La vita ti lancia molti“palloni in rete”, quello che devi fare è controllare il tuo atteggiamento ovvero cercare di pararli.

Una famosa frase di Charles Swindol lo riassume: “Abbiamo scelte da fare tutti i giorni per quanto riguarda l’atteggiamento, non possiamo cambiare certe situazioni, non possiamo cambiare le maniere in cui agisce la gente… il gioco è il nostro atteggiamento, siamo incaricati di essere i portieri.”

  • Sii contento per nessuna ragione

Sii allegro per nessuna ragione, anche se non ne hai voglia, è un metodo.

Ho una cara amica che ha una grandissima virtù, anche lei è colma di problemi come tanti, ma ha la capacità di mantenere il suo lato “bimbesco” con ironia…se sapessi gli scherzi che mi fa e gli spaventi… lei sa giocare ad essere felice anche quando non ne ha nessuna voglia,  le invidio  con tutto l’affetto che le porto, questa immenso pregio.

Gioca ed essere felice anche se non ne hai voglia

Fai qualcosa di stupido: metti un pò di musica e danza, balla finchè non hai più fiato, ecco questo lo faccio spesso….e poi i vicini vengono a protestare…ma è successo solo una volta….quando si vive in campagna in un casolare anche se ristrutturato, le stanze sono grandi e hanno una perfetta acustica che si sente….

fai le boccacce ai tuoi figli o allo specchio, ( a noi donne fa bene anche per le rughe…), in altre parole, fai qualcosa che ti faccia sorridere.
Lo scopo della vita è essere contenti, non il contrario, ma devi metterti in testa che sei tu che controlli la tua allegria di vivere, nessun altro lo fa per te.

  • Respira

La respirazione è un gioco da ragazzi, giusto? Non devi nemmeno pensarci perché è una funzione naturale, la maggior parte del tempo però respiriamo molto superficialmente.

Concentrarti consapevolmente sulla respirazione a pieni polmoni, allevia lo stress e ti rilassa immediatamente, non ti sto parlando di meditazione, è molto facile da fare.

Ecco come:  mettiti comodo.

Poggia una mano sull’addome e una sulle costole inferiori, prendi un respiro che inizia nel tuo addome, controllalo da 3 a 5 secondi, trattienilo per la stessa quantità di tempo poi espira attraverso la bocca lentamente. Fallo per 3 minuti e sentirai che la tensione si  scioglie.

  • Avere una spalla su cui piangere

A chi ti rivolgi quando hai bisogno di una spalla su cui piangere, un abbraccio oppure un amico che ti ascolti?

Che si tratti di chi ti gratifica dicendoti che stai facendo un buon lavoro, un consiglio su una situazione impossibile, tutti abbiamo bisogno di qualcuno.

Tale rete di supporto non deve essere vasta, coloro che hanno anche solo un paio di persone (io, per esempio) su cui poter sempre contare, dovrebbero considerarsi fortunati.

  • Acque inesplorate

Beh l’esempio più ovvio che mi viene in mente a tal proposito è Cristoforo Colombo, convinto di andare nelle Indie, si ritrovò a scoprire le Americhe…lottò per la sua convinzione comunque, perché armato dalla curiosità e determinazione, non lo spaventarono navi piccole e leggere, tempeste oceaniche in cui si moriva come mosche …

è la mancanza di familiarità delle acque inesplorate che ci dà più difficoltà.

Abbiamo bisogno di trovare una maniera per reggere e la speranza è qualcosa che siamo in grado di creare.   Non è qualcosa che appare magicamente da una fonte esterna, ognuno di noi ha dentro la capacità di generare speranza, è fondamentale che ci sia l’assoluta intenzione di coltivarla nella nostra esistenza.

Costruisci l’autostima, la fiducia in te stesso e migliora i sentimenti dell’ amor proprio, puoi trovare maggiore pace, fiducia per parare, diventa insomma un ottimo e allegro portiere.

Riconosci i tuoi punti di forza e la tua capacità di fissare obiettivi e confini per te e i tuoi cari.

Ogni giorno presenta sul vassoio una nuova battaglia da affrontare, se cerchi di chiarire la tua personale definizione di pace e un modo d’incorporarla nella quotidianità, ecco che avrai gli strumenti per parare i palloni e per resistere alle tempeste.

Trova il tuo spazio personale. Ognuno ha bisogno di un pò di tempo per stare da solo, farlo con i tuoi pensieri rinfresca lo spirito. Se non  riesci ad averlo fuori casa, cercalo all’interno delle tue mura. Utilizza l’ufficio, la cantina, la soffitta, la veranda sul retro … anche il pianerottolo e trasformalo nel tuo rifugio.

Usa il tempo, anche se solo per pochi minuti al giorno dedicandolo a te, pratica la respirazione profonda, funziona.

Buona domenica.

 

Autore dell’articolo: Adry.W

Tutti i diritti riservati

 




Pinterest

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>