Pinterest

 

Hai rimpianti per certe decisioni che hai fatto e passi che hai intrapreso che ti hanno portato fino a oggi?
Niente di più umano, credimi.

Dovresti pensare , mio umile consiglio.. a  essere grato a te stesso se sei giunto fino a qui, dopo un lungo e ventoso percorso, ed essere curioso delle curve sconosciute che si avvicinano e ti attendono in futuro.

Naturalmente, ognuno ha la propria idea di se, di chi è, di ciò che vuole realizzare, oltre a dove vuole andare, ma molte cose possono accadere sulla strada che crediamo, spesso presuntuosamente,  sia dritta.

Il GPS interno dice: “Hai raggiunto la destinazione prevista”, quando per esempio, hai la laurea in tasca oppure hai ottenuto quel lavoro che agognavi, ma ci possono essere momenti in cui raggiunto ciò desideravi , improvvisamente provi una sensazione inaspettata e rivelatrice, mostruosamente rivelatrice a volte, “Accidenti, ma questo non è né quello che mi aspettavo ne quello che voglio.”

Non c’è bisogno di sentirti in colpa o malissimo, solo pensa a riorganizzarti verso una destinazione diversa e successiva, insomma ripristina il tuo GPS e rimettilo a lavorare.

Oppure il GPS interno potrebbe dire “ricalcolo”.

Ti sei perso, forse qualcuno ti ha indicato la strada sbagliata, qualcosa ti ha distratto e sei andato sicuro avanti fino a pensare di esser giunto alla meta e invece devi rivedere il tutto.
Ciò non significa che non puoi arrivare dove desideri, ma lascia che la tua guida interna ti aiuti a “ricalcolare”.

Vai avanti, ripristina il tuo GPS per trovare una nuova destinazione, e mi raccomando, non entrare in panico, perché? … indovina un pò: non saresti nemmeno venuto a conoscenza di questo nuovo obiettivo da perseguire se non avessi camminato sulla vecchia strada.

Un altro esempio: becchi una buca e ti scoppia una gomma, non dico bucata, scoppiata….

tutti commettiamo errori, abbiamo bisogno di accettarli e guardarli come opportunità, proprio come quando cambiamo una gomma, che magari era già da lungo tempo liscia, da sostituire e quindi pericolosa, con le inevitabili imprecazioni certo….

il mondo in cui viviamo ha più destinazioni che possiamo anche immaginare, ma non c’è nessun modo per sapere dall’inizio del nostro viaggio  come finirà veramente.
E’ questo il mistero della vita, nonostante volontà, determinazione, battaglie ecc. ecc.

Tutto quello che sappiamo è che ci saranno colline da salire e tempi da sostare sulle coste, giornate in cui siamo in grado di scappare giù dalle finestre e lasciare che il vento ci soffi tra i capelli e altre ancora in cui piove così forte che i nostri tergicristalli non possono tenere il ritmo.

Ma tutti, giorni belli o brutti ci danno la possibilità di vivere veramente e di poter scegliere, con sempre più chiarezza, cosa vogliamo dal nostro domani.

…se ti perdi,  se scopri che vuoi un’altra direzione, resetta, ricalcola e vai avanti.

Autore dell’articolo : Adry.W
Tutti i diritti riservati




Pinterest

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>