Pinterest

Ognuno di noi ha un critico interiore, il pensiero.
Quella vocina nella tua testa molto supponente, che ti dice come agire, cosa fare e cosa non fare, che giudica il tuo aspetto, rimproverandoti le tue mancanze.

Quella voce interiore detiene un potere incredibile su di noi e, purtroppo, è spesso molto critica e avvilente.

Pensieri tipo : “ho un aspetto terribile, sono così grassa/o” oppure “ non ne faccio mai una giusta”, e ancora “ non potrò mai trovare la felicità. Sarò sempre bloccato/a in questa situazione.”
Pensaci: quante volte ti sei auto-criticato negativamente nelle ultime 24 ore?

Noi donne siamo più inclini alle autocritiche.
Quella voce interiore è la fonte di stress, bassa autostima, infelicità, frustrazione e insoddisfazione nella vita.
Ma da dove scaturiscono questi pensieri negativi?

Per lo più, sono espressioni crudeli del nostro passato, genitori, fratelli, coniugi, bulli a scuola e tanti altri, che abbiamo interiorizzato.
Ormai fanno talmente parte delle nostre ore quotidiane da non rendercene conto, perchè i pensieri e le percezioni vengono così, naturalmente.

Per cambiare, è necessario diventare consapevoli di ciò che quella voce sta dicendo, accorgendosi dei tuoi pensieri negativi e trasformandoli in risposte positive.
Se ci fai caso scoprirai che molti di quelli che scaturiscono in una giornata, sono negativi.

Crea un “ login- pensiero”, l’ho voluto chiamare così.
Tre volte al giorno, dedica qualche minuto a scrivere quello che hai pensato per esempio, su ciò che il tuo compagno/a ha fatto o non ha fatto quella mattina … sul perchè hai discusso con tua madre e così via, è totalmente soggettivo.

Non modificare, scrivi le parole esatte.
Mantieni il tuo “login pensiero” per due settimane.
Tutto ciò ti aiuterà anche a conoscere la vera natura della vocina malefica e capire meglio la tua personalità, scoprendone i modelli.

Una volta identificati i tuoi schemi di pensiero, inizia a interagire con loro.
Potrai notare che “beccandoli” consapevolmente, mentre stai pensando o dicendo qualcosa di negativo, puoi interromperlo dirigendoti a te stesso con uno “smettila, stop, piantala”, sostituendolo con qualcosa di più positivo.

Basta, come in tutte le cose, impegnarsi un pochino, poi ti verrà automatico e vedrai che il tuo atteggiamento quotidiano sarà più semplice e fluido e soprattutto con risultati più gratificanti.

Autore dell’articolo : Adry.W
Tutti i diritti riservati




Pinterest

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>