Pinterest

 

vivere le tue giornateQuando guardi la tua vita, come trascorri le giornate, chi ti circonda, etc. ti senti contento, soddisfatto e oppure risentito, arrabbiato, triste, apatico e hai paura?

Indipendentemente da quale descrizione raffigura la tua esistenza, sei d’accordo che nessuno ha la colpa per la tua infelicità o insoddisfazione?

Proprio come nessun altro può prendersi il merito per la tua felicità e appagamento.

Anche se non sei d’accordo, tutto ha origine in te.

Noi abbiamo creato la nostra vita, a volte ci sentiamo potenti, in particolare quando tutto sta funzionando meravigliosamente, ma in altre siamo abbattuti, scoraggiati, come quando ti accorgi e senti che nulla sta andando per il verso giusto.

Ad un certo punto iniziamo a stancarci d’incolpare gli altri e di togliere potere a noi stessi nel processo.

Ad un certo punto nella nostra vita, iniziamo a percepire, smettere di creare scuse e intravedere realmente ciò che ci fa del bene .

So tutto sulle scuse. Davvero. Ne ho messe tante nel mio cammino.

Mi sono permessa di sentirmi al sicuro perché avevo paura di farmi avanti e di prendere le redini del vivere! Ho usato il mio lavoro come una scusa per impedirmi d’interiorizzarmi collegandomi con la mia anima.

Sempre una scadenza e sempre un motivo, per cui non c’era mai abbastanza tempo per prendermi  più cura di me stessa amandomi anche di più.

Ho usato la mia mancanza di soldi come una scusa per tenermi occupata ancora una volta, in modo da non permettermi  il lusso di andare a scoprire cosa stava succedendo dentro la mia anima.

Tante scuse, non ho nemmeno capito che erano scuse, le ho usate sentendole come la mia verità.

Finché un giorno, in un raro momento di riflessione, mi sono resa conto che sono l’unica che può cambiare la mia esistenza, l’unica che può cambiare le cose, e ancora l’unica che può consapevolmente scegliere di smettere con le  scuse e iniziare a vivere veramente, sono io e basta, nessuno può farlo per me.

Questo significa affrontare paure, sentirsi male e a disagio immergendomi nel mio cuore per scoprire le ragioni profonde per cui ho iniziato “a raccontarmela”, in primo luogo, cosa ho evitato e perché.

Ma cosa significa?

Significa dire sì alle opportunità.  Significa passare attraverso le mia insicurezze e rallentare per darmi il tempo di riflettere e andare a fondo anche per conoscermi meglio.

Per essere onesti, il processo continua ogni giorno, per me è un momento per affrontare la consapevolezza.

Sto scoprendo e parlando di un controllo costante chiedendomi se io sia fedele alla mia anima o se sto rifuggendola. Questa coscienza piano piano sta diventando come un caro amico e mi porta a considerare se sto facendo le scelte che mi danno o mi tolgono energia.

Posso dire che le scuse scaturiscono dal dolore e la tristezza, dal rimpianto e la  delusione.

Non è affatto divertente lavorare attraverso tutto questo, ma penso che  il compenso  sarà spostarmi  in un nuovo spazio liberatorio, uno spazio dove poter ricominciare e scegliere di vivere senza scuse .

… è quello che mi e ti auguro, scegliere il percorso di responsabilità e di auto-consapevolezza per onorare la tua anima rimanendo cosciente, e di essere abbastanza coraggiosa/o da camminare lungo questo viaggio senza più attenuanti e auto giustificazioni, avendo la forza di affrontare ciò che spaventa. Io posso, tu puoi, tutti possiamo farlo.

Ora è il tuo turno.

Dove stai mettendo scuse?

Dove non sei completamente onesto con te stesso?

Dove sprechi le tue energie?

Vivere una vita senza scuse alla fine è un bel vivere. Chi non lo vorrebbe ?

Ti invito a diffondere il bene che ho riposto in questo articolo.

Un grande abbraccio.

 

Autore dell’articolo: Adry.W

Tutti i diritti riservati

 




Pinterest

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>