Pinterest

 

 

MOTIVAZIONE PERSONALE

Se hai un disperato bisogno di motivazione, stiamo andando a risolvere questo problema, proprio qui, proprio ora. Preparati.

Tempi disperati richiedono misure disperate.

Necessiti di sprone in questo momento?

Ripeto,vuoi qualche incentivo ora,subito? Vuoi iniziare a produrre invece di sguazzare nella confusione, depressione,autocommiserazione,paura, dubbio o qualsiasi altra cosa ti trattenga? Sei stanca/o dei nulla di fatto?

Facciamolo.

Il mio obiettivo in questo articolo è di darti un in-put per fare qualcosa adesso . Non basta leggere e assorbire le parole continuando a stare seduti a procrastinare. AGIRE.

Segui i passaggi riportati di seguito con attenzione.

Smetti di lamentarti, non senti che alla lunga oltre a essere zero produttivo, è monotono e stancante? Il mondo non se ne cura.

E se ti senti depresso o giù di morale, smetti di sentirsi dispiaciuto per te stesso. Non ti aiuta, non ha importanza.

Tutti abbiamo ostacoli di fronte alla faccia, ogni giorno, come affrontarli definisce chi sei e determina il successo o meno, punto. Fine della storia.

Se hai una o due citazioni preferite, aggiungi e leggi anche queste.

-“Ecco il test per scoprire se la tua missione sulla terra è finita: se sei vivo, non lo è”.  Richard Bach

-“Alcune persone muoiono a 25 anni  e non sono sepolti fino ai 75”.  Benjamin Franklin

… e tra le più famose, la conosci di certo, ma è sempre molto profonda e vera:

-“il vostro tempo è limitato, per cui non lo sprecate vivendo la vita di qualcun altro.                   Non fatevi intrappolare dai dogmi, ciò significa vivere seguendo il pensiero di altre persone. Non lasciate che il rumore delle opinioni altrui offuschi la vostra voce interiore.                       E,cosa più importante, abbiate il coraggio di seguire il vostro cuore e l’intuizione. In qualche modo loro sanno che cosa volete realmente diventare. Tutto il resto è secondario”. Steve Jobs.

Metti su il caffè e fattene una bella tazza che ti dia energia, se hai saltato il pranzo, mangia uno spuntino adesso. Per l’amor di Dio, non mangiare una merendina o altro cibo spazzatura ma qualcosa di sano, yogurt o frutta. Prendi le vitamine, è il momento giusto in primavera, prima del caldo dell’estate.

Ecco altre tre indicazioni:

A) Fai una doccia

B) Vai a fare una camminata

C) Chiama l’amico/a che più ti conforta, ti fa sentire bene e con la mente più chiara.

Se sei in giro con amici in questo momento, esterna quanto apprezzi qualcuno di loro, basta un: “Senti, volevo dirti che ti apprezzo, ti stimo, mi sei simpatico/a perché …”.

Se non lo sei, pensa a qualcosa o qualcuno per cui sei riconoscente. La gratitudine è una forma di felicità e… la felicità è motivante.

Sii grato più spesso quindi, e cerca di esprimerlo.                                                       L’umiltà, la riconoscenza sono magari un po’ faticose da coltivare ma credimi, ti farai un enorme dono per vivere meglio, arroganza, superbia, prepotenza, zero gratitudine le pagherai amaramente, vivendo peggio.

Chiudi e-mail, Facebook, Twitter, Pinterest e qualunque altra rete sociale che ti porta alla procrastinazione. Spegni il televisore se è acceso. Scherzi a parte, spegnili.

Ora, metti su la tua playlist di musica preferita.                                                         Elenca i primi 3 risultati da raggiungere ,valuta ciò che hai intenzione di compiere oggi.  Non preoccuparti di quello  che ti trattiene, impedisce, concentrati sulle cose positive che avverranno una volta che avrai finito di farle.

Ed ecco la parte più importante.

Chiuditi in una stanza con ciò che devi fare per avere migliore concentrazione, non mollare fino a quando non vedi anche solo un piccolo progresso, cessa di cercare “motivazioni esterne”, usa forza di volontà ,  se vuoi, puoi, dice il vecchio detto…

e se non funziona?

Abbiamo tutti doveri, incarichi, incombenze e spesso, in realtà non vorremo farli, ai quali non possiamo sottrarci per più che ragionevoli motivi, è questo il nocciolo della motivazione, in situazioni particolarmente difficili ti consiglio:

in primo luogo, metti in discussione se un determinato compito ha davvero bisogno di essere attuato.  Quali sarebbero le conseguenze se non lo facessi, puoi conviverci? Se ritieni, dopo serie riflessioni, che non è il caso di procedere con tale azione, ti sentirai più sollevato/a.

In secondo luogo, scava in profondità e cerca di vedere quanto velocemente puoi farla, ovvero “tagliare la testa al toro”, così te la togli di mezzo e stop.

Ora devo scendere… abito a 500 m. d’altezza ….
Grazie per la lettura. Per favore, condividi questo articolo con qualcuno che ha bisogno di motivazione.

Lasciami qualche commento, fammi sapere se questi suggerimenti ti aiutano. Ci tengo.

A presto.

 

Autore dell’articolo: Adry.W

Tutti i diritti riservati




Pinterest

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>