Pinterest

Non è sufficiente trovare la tua beatitudine, devi lottare per averla.

Ci vuole un po’ di poesia, a volte lo confesso, ho qualche problema parlando della felicità.
Dopo tutto non è una cosa “morbida”, non è il fulcro sfocato dei biglietti d’auguri.

Immaginala come se fosse già con te, ma spesso diventa troppo “noioso e ingombrante “ sentirmene parlare, molte persone cambiano argomento pensando ai propri affari, o pensano “chi ha invitato questa web writer?”.

Ma è anche vero, tutte le verità lo sono, che non importa se se ne parla o meno, o se la luce è accesa o spenta, sono fiduciosa e paziento.
Siamo noi che soffriamo, noi che sospiriamo e sussurriamo sui nostri cuscini, “Voglio solo la felicità, e nulla più” aspettando che ci visiti.

Ci immaginiamo cose belle, che le persone si comportino esattamente come dovrebbero.
Ci immaginiamo che tutto vada alla nostra maniera, e pensiamo a come eliminare coloro che ci sono di intralcio, ci immaginiamo insomma indisturbati.

La felicità non è la morbidezza dei cuscini ma risiede nell’avere, guardare il più chiaramente possibile, la nostra strada, persone e luoghi.
La felicità non è sinonimo di parole “senza sforzo”.

La felicità indossa una giacca spessa e pesante, fissa le cose, per mostrarti ciò che devi vedere e non le idee delle cose. Non dice “lui / lei / sono responsabili per me.” Non incolpa nessuno, non si lamenta. E non spiega né da dove viene ne dove è stata.
Conosce il suo scopo, e ciò che è dietro la curva è assolutamente di nessuna importanza.
La felicità si difende coraggiosamente, da tutti gli impostori, e quando ci si imbatte, parlo di quelli che hanno le loro cure segrete e storie di strada facile, aspetta.
Attende di essere scelta, ha fiducia.

Vai avanti. Gira la testa per vedere il suo volto, credimi che lo troverai, se impari a riconoscere e rispettare la sua “identità”.

Autore dell’articolo : Adry.W
Tutti i diritti riservati




Pinterest

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>