Pinterest

testa o croceSe ti fermi un secondo a pensare, il fatto che sei seduto qui, a leggermi sul pc, o sullo smartphone, vuol dire che le cose non sono poi così disastrose per te, questo vale anche per coloro che stanno lottando quotidianamente(più o meno tutti direi).

E ‘tutto relativo. In fondo oltre 2 miliardi di persone vivono con meno di 2 euro al giorno …

Sai, credo nel libero arbitrio e nella capacità dell’uomo di superare le avversità. Credo nella responsabilità e nelle virtù fondamentali su cui la civiltà occidentale è stata costruita.

Penso anche che la gente, a volte, prenda una strada sbagliata forse involontariamente o a causa di un impulso sconsiderato per poi scoprire che non riesce a tornare indietro.

Ci possono essere molti fattori e motivi per fare quel tipo di scelta: la perdita di una persona cara, delusione nel lavoro, gravidanza adolescenziale, la mancanza di accettazione sociale, o una serie di fallimenti.

Qualunque essi siano, sappiamo che alcune persone rinunciano alla vita buttandosi nel tunnel di alcool e droghe, isolandosi dal mondo o anche ricorrendo al suicidio vero e proprio.

Ce ne sono altre però, che, dopo aver sperimentato tutto, dalla perdita di un’intera famiglia, alla catastrofe finanziaria combattono e ottengono risultati contro ogni previsione.

Quello che non conosciamo è perché un individuo prende la direzione verso l’auto-distruzione e la miseria, è come se facesse testa o croce.

Si tratta di una questione genetica sulla quale non abbiamo alcun controllo oppure d’ineluttabilità dettata da un consapevole universo casuale?

Tutti i genitori, prima o poi, vengono coinvolti da questo pensiero, soprattutto osservando i loro ragazzi affacciarsi alla vita, e che provano dolore crescendo. Ciò che devono passare attraverso il processo dell’adolescenza, che noi ormai abbiamo dimenticato, a volte è una sorta di punizione crudele.

La buona notizia è che la maggior parte di loro sopravvive, conduce una vita normale, in buona salute. La cattiva è che molti invece non trovano la strada e finiscono per infognarsi nei vizi, finiscono in relazioni e rapporti disastrosi, finiscono senza un tetto sulla testa, e purtroppo, in molti perdono la vita in tenera età.

Ogni volta che incrocio un bisognoso, un mendicante, (e ultimamente il numero sta crescendo in modo esponenziale), mi chiedo che cosa sia successo nella sua esistenza per portarlo a uno stato così miserabile? Cos’ha partorito la svolta, perchè e quando?

Ho cominciato dando loro soldi da giovane.

Mi hanno spesso rimproverato per “dare al degrado umano”, ma io sono motivata a farlo da una domanda persistente: “cos’è successo come ha fatto a perdere ogni interesse e qualsiasi voglia di lottare?”.

E’ facile dire che dovrebbe alzarsi in piedi e fare tutto il necessario per superare la sua situazione, ma ciò porta ancora a un’altra domanda: “Perché? Perché non lo fa? È un problema genetico? E’ voluto da un essere superiore per motivi che non comprendiamo o è pura autodistruzione?”.

So che qualcosa, da qualche parte lungo la sua traiettoria, ha portato quest’anima a prendere una strada sbagliata, qualcosa di genetico o altro gli ha impedito di rialzarsi e combattere. Qualcosa che lo ha totalmente sconfitto, che rimarrà per sempre un mistero per le centinaia di persone che gli passano davanti ogni giorno.

Ogni  qualvolta m‘imbatto in qualcuno in questa situazione, diventa automaticamente anche un promemoria per me, di quanto minori siano i miei problemi confrontati a quelli di coloro che hanno perso definitivamente qualsiasi desiderio, preferendo l’oblio.

Quest’articolo non è un appello perché tu segua le mie idee, ciò che fai con la tua vita è rigorosamente tuo, quello che però mi auguro è sensibilizzarti un pochino sull’aumento della capacità di mantenere i propri problemi in prospettiva.

Inoltre, ti confesso, che spero ti verrà da valutare quanto tu sia fortunato a non aver preso quella piega sbagliata o, se si, che sei stato in grado di trovare la via del ritorno.  Soprattutto, che le mie parole ti ricordino quanto sia importante fare lo sforzo di soddisfare i tuoi amici e le persone care in difficoltà, in particolare i tuoi figli.

L’amore e la comprensione fanno la differenza tra un bambino che sta diventando un bravo studente dirigendosi verso una carriera… o trasformarsi in un ragazzo arrabbiato la cui vita finisce in tragedia.

Riconoscere il bene che hai già nella tua vita è il fondamento dell’abbondanza.

Eckhart Tolle

Buona serata.

 

Copyright ©Adry.W – Tutti i diritti riservati

 




Pinterest

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>