• Facebook
  • LinkedIn
  • Pinterest
  • Google Plus

Scrivere online è una di quelle professioni che lasciano poco spazio all’errore. Mentre i nostri piccoli errori grammaticali fortunatamente non uccidono, possono comunque essere dannosi, ne possiamo pagare un prezzo non indifferente, rischiando di avere clienti scontenti con tutte le conseguenze.

Credo che ci siano tre regole fondamentali che ogni copywriter, professionista o dilettante, freelance o meno, dovrebbe conoscere, evitando così quei passi falsi che possono costare clienti, reputazione e denaro.

Parole ricercate

Impiegare parole ricercate può rendere la tua scrittura più sofisticata, ma allo stesso tempo, crea distanza tra te, clienti e pubblico.

Nessuno vuole leggere, condividere, con una persona che usa parole come  anuptaphobia o festuca arundin.

Sai perché? Perché le parole complesse, elaborate non sono parole che “arrivano”!

Utilizzare un vocabolario quasi didattico  è deleterio, non farlo, a meno che proprio non debba creare un report specifico che ti viene richiesto dal cliente.

Il tempo per scrivere

Se sei un copywriter professionista, devi agire come tale.

Mentre coloro che mi conoscono sanno che posso rimanere fino alle prime ore del mattino scrivendo i miei ebook ,( ne sto preparando tre…), ho notato che tale orario  non funziona quando lavoro.

In poche parole, se devo produrre articoli efficaci per informare, vendere e promuovere devo scrivere in un’orario normale, resistendo alla tentazione di lavorare ogni volta secondo l’attacco “passionale” o  l’umore, in questo modo, il lavoro rimane costante e la mente forte.

Non fidarti del controllo ortografico

Probabilmente uno degli errori peggiori in assoluto che un web writer, copywriter possa fare, è fidarsi troppo del suo programma di controllo ortografico.

Anche se hanno fatto un lungo percorso, questi programmi sono ancora soggetti a errore perché? Ho potuto constatare che spesso realmente non capiscono la lingua italiana.

Prima di spedire, pubblicare sempre, sempre, e dico sempre, controllo riga per riga, anche se tutto ciò mi da parecchio fastidio.

Bando alle ciance, è faticoso, lo so, ma non dimenticarti mai di controllare, anche dopo aver terminato un documento di dimensioni non indifferenti, quindi se lo reputi necessario, prenditi un attimo di pausa prima di rivedere le modifiche.

Indipendentemente da ciò, errori grammaticali e di ortografia possono essere disastrosi per la tua reputazione.

Ogni copywriter ha le proprie regole da seguire, i propri rituali, mentre non ci sarà mai la formula perfetta, apprendo sempre più che il fattore di fondo è essere intelligenti nello scrivere, e ribadisco, non fare affidamento su strumenti, sii anche “manuale”.

Abbiamo l’istinto dello scrittore dentro, approfittiamone iniziando a produrre il lavoro che sappiamo siamo capaci di fare da professionisti.

 

Autore dell’articolo: Adry.W

Tutti i diritti riservati

 

  • Facebook
  • LinkedIn
  • Pinterest
  • Google Plus

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>