• Facebook
  • LinkedIn
  • Pinterest
  • Google Plus

Sicuramente qualcuno di voi si ricorda (…chi è in cammino verso la  cinquantina…), il primo cellulare che compie 40 anni, con una sorta di comicità…: il primo telefono cellulare, un Motorola DynaTAC, pesava più di due chili, era quasi un mattone e con solo 20 minuti di durata della batteria.

Solo quattro decenni più tardi, i cellulari, e ora gli iPhone, gli Smartphone , vivono in tasca o in borsa di quasi tutti. I nostri telefoni ci dicono il tempo, ci danno indicazioni, scattano foto, fanno video, ci divertono e ci servono per lavoro.

Pochi tra noi preferirebbero tornare al tempo dei telefoni “con il filo”, ma l’impatto del cellulare sul nostro comportamento e la qualità della vita non sono totalmente positivi.

Proviamo a vedere una lista dei pro e dei contro.

Pro

Mai più chiamate a vuoto, fino a quando è carico il cellulare fornisce una comunicazione immediata con il tuo mondo.

Le stavaganti Apps

Le Applicazioni mobili iniziarono come suonerie- giocattoli, giochi Arcade, calendari e calcolatrici, ma da allora la tecnologia cellulare  si è completamente rivoluzionata.

Le Apps trasformano i nostri telefoni in pedometri, personal trainer, guide shopping, librerie, negozi di musica e altro ancora.

Internet

Connettendo i telefonini a Internet, abbiamo respirato una nuova vita.                                                                                                                      
La nostra voce, le opinioni hanno un nuovo potente strumento.

L’accesso mobile ai Social media come Facebook e Twitter rendono possibile organizzare e montare in un batter d’occhio manifestazioni, proteste, petizioni, ecc..

Sono anche un modo per contrastare regimi che cercano di bloccare la notizie perché non raggiungano il mondo esterno. (Esempio Cina, in cui ci sono 300.000 gruppi di giovanissimi hacker che controllano per 50 cent/ora tutto il traffico e ogni persona che scriva su un sito o Blog, dando commenti per frenare troppa iniziativa).

Contro

Grazie ai telefoni cellulari, le linee fisse sono diventate obsolete ( a parte nel mio caso in cui, vivendo in mezzo ai boschi, difficilmente ho campo per il cellulare e devo usarla).

Oggi è quasi impossibile evitare fastidiosi conoscenti o un capo che ti chiama nel week-end, sostenendo che eri fuori quando ti hanno chiamato.

Anche le vacanze vengono penalizzate, troviamo sempre un modo per svignarcela e controllare le email di lavoro .

Inquinamento

Tutti vogliono il cellulare più nuovo, più veloce sul mercato, i produttori sono felici di accontentarci. Ogni anno ce ne sono però circa 100 milioni danneggiati o rotti definitivamente .

Il problema è che i rivestimenti dei cellulari sono spesso fatti di piombo, e le loro batterie al litio possono esplodere se esposte a temperature elevate o luce solare diretta, che sono condizioni comuni nelle discariche.
                                   
I tassi di riciclaggio dei rifiuti in generale sono in miglioramento, ma troppo lentamente.

Dipendenza

Siamo dipendenti dai nostri cellulari. L’idea di spegnerli o di lasciarli a casa ci causa ansia immediata.

Ormai è comune camminare per strada e vedere, in tutto il mondo, la gente con gli occhi incollati sugli schermi.

L’idea di fare una vera e propria chiamata vocale ci rende nervosi, preferiamo “parlare” tramite sms, brevi messaggi di testo colmi di errori grammaticali ed emoticon.

Siamo ossessionati con il check-in su Facebook, caricare immagini su Instagram e Pinterest, aggiornando i nostri profili diverse volte al giorno, su ciò che  stiamo pensando o vivendo in un determinato momento, ma…c’è un ma…

hai mai pensato che di tutti quei minuti sommati potresti usufruirne per fare mille altre cose , e ce ne sono….. senza dipendenze?

Cosa ne pensi?

Mi farebbe davvero piacere avere un tuo commento. Grazie.

 

Autore dell’articolo: Adry.W

Tutti i diritti riservati

  • Facebook
  • LinkedIn
  • Pinterest
  • Google Plus

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>