• Facebook
  • LinkedIn
  • Pinterest
  • Google Plus

Il termine blog come strumento di comunicazione è ormai entrato a far parte del nostro vocabolario della lingua italiana; innanzi tutto chiariamo che il blog non è altro che un sito internet fatto di articoli scritti dal blogger o da un editor o meglio un web witer. Le due figure si distanziano in quanto il blogger è l’amministratore o meglio il proprietario del blog, colui che lo gestisce mentre il web writer o editor, è colui che scrive gli articoli in base alle tematiche prospettate dal sito stesso.

Il blogger dunque è colui che crea l’idea del blog, il tema che sarà trattato da chi scrive e chi frequenterà il sito dove saranno raccolti pensieri ed opinioni. E’ molto importante per poter funzionare bene, che il blog presenti una struttura basata su due concetti fondamentali: i contenuti e la grafica: i contenuti ovviamente vengono sviluppati in base al senso o al significato del sito stesso: un blog generalista potrebbe trattare più di un tema, ma una pagina che parla di lavoro ovviamente deve rimanere su quel tipo di argomento per poter portare avanti il proprio significato di blog. Ma di questo ne parleremo meglio avanti.

L’aspetto grafico invece ha un significato particolare: è molto importante per il blogger sapere interpretare il rapporto grafico del sito e l’argomento trattato. I punti basilari su cui fare la scelta sono la funzionalità, l’armonia dei colori, l’accessibilità e il piacere estetico dell’utente che legge gli articoli e commenta.

Se nel blog dovessimo trattare argomenti seri, come salute, problemi psicologici o fisici, ma anche il tema del lavoro per esempio, non è il caso di utilizzare template ( i temi grafici) colorati o con colori accesi, bensì qualcosa monocolore. Il template rappresenta la personalità del blogger e conseguentemente il significato del sito. Immaginiamo che chi volesse dare maggior risalto alle notizie o agli articoli tendenzialmente utilizzerà colori chiari, meglio il bianco così l’occhio dell’utente non viene distratto dall’argomento principale.

Dunque l’accessibilità del sito è sempre da tenere in considerazione; il blogger deve sapere che per poter far fruire dei propri servizi o contenuti i navigatori, compreso ad esempio chi ha problemi di vista, o di movimento deve strutturare il sito in considerazione anche di queste esigenze.

Abbandonando la parte grafica passiamo nuovamente ad approfondire il tema dei contenuti. Per realizzare un blog all’altezza, è importante anche che il sito funzioni bene, dia la possibilità all’editore di scrivere in modo facile e veloce i propri articoli, ma principalmente sia facilmente individuabile sui motori di ricerca: tutto questo si chiama wordpress.

WordPress è un CMS (content management system), ossia una piattaforma in grado di controllare e gestire facilmente ed efficientemente i contenuti del proprio sito web. Tutto questo avviene tramite una semplice area di amministrazione, accessibile direttamente via web utilizzabile anche da chi non ha assolutamente conoscenze di linguaggio di programmazione.  Per farsi conoscere nella rete le due figure sono estremamente importanti: da una parte il blogger, colui che indirizza il blog verso la giusta posizione nella rete, dall’altra wordpress che mette a disposizioni le sue armi per permettergli di fare questo.

WordPress è una piattaforma molto potente che permette di aggiornare i propri  contenuti in tempo reale inserendoli nel database e tirandoli fuori ogni qual volta l’amministratore lo decida. Prevede l’ utilizzo di centinaia di template da quelli economi a quelli a pagamento e consente di implementare un numero sconsiderato di plug in per renderlo ancora più utile al blogger per il raggiungimento del suo scopo di visibilità nella rete.

Scrivere e pubblicare articoli con wordpress sarà molto facile, renderli appetibili per i motori di ricerca e per gli utenti della rete un poco meno ed è qui che torna in ballo il blogger: bastano delle semplici accortezze per permettere a wordpress di essere visto da directory e motori . Insomma se volete avere successo su internet, con questa guida avete capito almeno da dove iniziare.

Autore articolo: Loris Passarella
Questo articolo è protetto dai diritti d’autore

  • Facebook
  • LinkedIn
  • Pinterest
  • Google Plus

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>