Temi sociali

Categoria con articoli che trattano di temi riguardo la nostra società in generale

I quarantenni di oggi vivono un enorme paradosso: sono e si sentono ancora giovani, praticamente ragazzi, ma sono vecchi per il mondo del lavoro. Basta dare uno sguardo agli annunci di lavoro per rendersi conto di quanto le offerte siano discriminanti per gli over 40, generalmente la ricerca tipo è rivolta a neo diplomati o neo laureati possibilmente “con esperienza” o, al limite, a giovani rampanti che non abbiano superato i 35 anni.

E allora cosa fare se si resta senza lavoro a 40 anni e oltre? Continua a leggere

Nell’era tecnologica di questi ultimi anni, il web si sta sviluppando (come è giusto che sia) verso il web 3.0 ed oltre, ma a volte è bene ritornare per un attimo al passato, quando le cose più semplici ed alla portata di tutti, erano il vero motore funzionale per fare impresa nel web. Alla portata di tutti! è bene sottolinearlo…

Per quanto riguarda la mia esperienza nel fare impresa on-line e sfruttare positivamente nuove idee di business ho potuto notare come ad oggi esista una gran quantità di persone che ancora non ha dimestichezza con internet. Mi riferisco a quelle operazioni più semplici da fare nel momento in cui si accede al web, ovvero:

– navigare ed interagire correttamente in un forum.

– postare correttamente nel web link diretti ad un proprio articolo o ad una risorsa utile.

– mettere in copia conoscenza una o più persone in email.

– allegare correttamente una foto in internet o in un social network.

– capire o modificare la propria privacy quando si ha a che fare con internet…

Uno degli errori più grandi per chi inizia a fare impresa nel web è proprio quello di puntare solo ed esclusivamente ad un pubblico esperto nell’utilizzare il web, quando ad oggi, esistono persone e “geni del mestiere” che sono portati per lo più verso il mondo reale piuttosto che sfruttare in gran parte ciò che mette a disposizione internet.

Come migliorare l’accessibilità e le potenzialità di sviluppo per queste persone? Continua a leggere

Avere un’idea vincente nel web, concretizzando e monetizzando il proprio progetto è un impresa ardua ma possibile. Prima o poi tutti noi nella vita (chi attraverso il web, chi tramite altre risorse) ha provato a mettersi in gioco e sviluppare un idea vincente che possa potenzialmente coinvolgere migliaia e migliaia di persone. Ogni tanto capita di leggere in internet, l’iniziativa di qualche genio informatico (e non) che dal nulla, propone anche senza grossi investimenti, quella perla rara di reale innovazione o creatività che scatena nel web un vero e proprio ciclone, con un incredibile riscontro da parte degli utenti. Mi ricordo di aver letto qualche anno fa, della nascita di un sito internet che permetteva a chi voleva ottenere visibilità grazie all’acquisto di un tot di pixel, un banner pubblicitario. Ebbene pensate, 1 pixel –> 1 dollaro. Tanto per darvi un idea, per acquistare un banner di queste dimensioni (10×10 pixel)

bisognava spendere 100$. Continua a leggere

Slang e stereotipi delle nuove generazioni possono diventare un vero e proprio cult da analizzare per capire e conoscere meglio la società di oggi? Oggi vorrei analizzare ed elencare tutte quelle citazioni di mia conoscenza e vorrei creare un articolo (con l’aiuto dei vostri commenti) che possa farci sorridere ed apprezzare in qualche modo quei cambiamenti lessicali e grammaticali che derivano dall’uso sempre più frenetico di cellulari e tecnologia in generale. Innanzitutto occorre definire chi è il “bimbominchia” e da dove trae origine questa definizione. Un primo aiuto lo troviamo proprio grazie a “nonciclopedia“. Per farla breve, come mia personale interpretazione (ebbene si… ho indagato sul web) il bimbominkia è il risultato peggiore di quella generazione di ragazzi che va dai 12 ai 18/21 anni che hanno avuto tutto dalla vita, vizi e stravizi, mancanza di responsabilità,arroganza e bullismo, vita sociale legata e compromessa dagli sms, chat e punti di aggregazione virtuale, condito il tutto da una insana predisposizione al danno di oggetti o persone a titolo gratuito per mancanza di alternative e iniziative utili verso il prossimo. Continua a leggere

Un mese… questo è l’arco temporale quanto basta per cambiare le carte in tavola a favore di chi mette a disposizione le proprie capacità di scrittore nei confronti di un webmaster. In che modo? Questo articolo è strettamente collegato all’iniziativa proposta poco fa in questo blog. Un mese per non accettare offerte di lavoro postate nei principali forum italiani che offrono meno di €0,01 per parola per articolo scritto. Perchè non accettare per un mese offerte al di sotto di questa soglia? Continua a leggere

In questo periodo è apparso nel web un video amatoriale girato in Egitto di un ragazzo che getta da un palazzo una cagnolina dopo averla trascinata per la coda. Ci tengo fin da subito a precisare che:

– non troverete in questo articolo link di condivisione a questo video
– non troverete immagini relative a questa terribile offesa alla dignità degli animali
– questo articolo verrà scritto con l’unico scopo di sensibilizzare la denuncia di video troppo pesanti nel web e non per far aumentare il numero di visitatori di questo blog per merito delle disgrazie altrui… Continua a leggere

lavoro senza contratto, contratto lavoro
“Disoccupati, tutti disoccupati”. E’ una parola che sento spesso davanti ai cancelli della facoltà che frequento. Noi giovani dopo la terribile crisi che è avvenuta nel 2008 non siamo più stati spinti verso un futuro programmabile, anzi ci è stata negata anche l’idea di avere un futuro sicuro. Parenti, amici più grandi che ripetono com’era più facile, come “ai loro tempi” si poteva prendere una casa con un mutuo. Ora non si può più, Continua a leggere

la perdita di pretolio in nigeriaNel Delta, in Nigeria da anni si verificano perdite di petrolio dalle condutture per l’estrazione del greggio. Le fuoriuscite si espandono in superficie, sul terreno e nei campi di coltivazione delle popolazioni rurali fino a raggiungere falde acquifere, laghi e fiumi. Ecco lo scandalo che alcuni di noi si sono persi causa la censura dei principali telegiornali e testate giornalistiche e che solo ora emerge grazie a questo video postato su Facebook. Continua a leggere