• Facebook
  • LinkedIn
  • Pinterest
  • Google Plus

Lo sappiamo, l’Article marketing è un modo unico e splendido per incrementare il traffico, i due motivi principali per cui continua a funzionare così bene sono:

– si posiziona come un’autorità, una voce di fiducia che porta un aumento delle vendite.

– Educa i lettori prima di visitare la pagina di vendita e accresce le conversioni.

– E’ sempre valido perché dà prima di ricevere.

Chiunque legga il tuo articolo è libero di intraprendere un’azione per saperne di più, infatti, le sue prospettive sono basate su un’autoselezione quindi continua a essere uno strumento molto potente nel mondo del marketing. Ci sono però delle sfide..

Google è spesso frainteso, penalizza i contenuti duplicati, partoriti dal sorgere  di “web writers a buon mercato” che producono articoli inutili e colmi di sciocchezze illeggibili per citarne solo alcuni. Non c’è da meravigliarsi se in molti si stiano chiedendo se l’Article marketing sta per perire. E’ una domanda importante che esige una risposta chiara.

L’Article Marketing non è affatto defunto, anzi, è lontanissimo dall’esserlo. C’è qualcos’altro che fortunamente lo è invece, lo spamming, ed è una bella notizia.

Qual è la differenza tra l’Article Marketing e  spamming?

Quest’ultimo include i seguenti passi:

– invii lo stesso articolo a centinaia di “directory” con un solo clic.

– Trasformi un articolo in decine di articoli “unici”.

– Prendi un articolo PLR senza alcuna modifica, presentandolo come un tuo lavoro.

– Copi un articolo dal sito di qualcun altro e lo pubblichi come fosse tuo.

Queste attività rendono il contenuto privo di originalità e utilità. La vera chiave dell’infomarketing è quella di fornire alta qualità, genuinità, singolarità e contenuti utili.

Quindi il vero Article Marketing resta vivo e vegeto, funziona meglio che mai, ha anche assunto nomi diversi.

Blogging

Guest blogging

Syndication

Repurposing of content ossia riciclo dei contenuti

Sono procedure che funzionano, lo hanno fatto , continuano a farlo, e lo faranno in futuro, perché?                                            
Perché, a differenza dello spamming, forniscono linfa vitale in Internet, gratuitamente senza nessun tipo di pressione sul lettore.

Diamo un’occhiata a ciascuno di essi, tanto per rinfrescarci la memoria …

Blogging

Bloggare non è più facoltativo per coloro che vogliono o hanno, un’attività online. Una chiave per il successo è quello di far sentire la tua voce per farti seguire, e nulla è migliore del blogging.

Guest blogging

Indica presentare i tuoi articoli ai blog che possono utilizzarne il contenuto, è un approccio altamente mirato che funziona bene ed è totalmente diverso dallo spamming.

Guest blogging da risultati per tre motivi potenti.

– il tuo articolo presentato come guest post eredita la credibilità del blog in cui appare.

– Il pubblico può cliccare sul link e visitare il tuo sito.

-Coloro che visitano il sito sono potenziali iscritti alla tua lista (la lista è sempre la numero uno) avrai quindi ulteriori visitatori “a freddo”.

Syndication

Equivale ad avere il tuo articolo su molti siti.

Ci preoccupiamo delle penalizzazioni da parte di Google sui contenuti duplicati ma non dovremmo farlo più di tanto.

E’ vero la sanzione esiste, è reale, ma non dimenticare che l’obiettivo di Google è quello di penalizzare i siti di bassa qualità che si basano su contenuti spam, non ha nel suo mirino quelli validi anche se appaiono su diversi siti.

I giornalisti tradizionali, per decenni hanno ricorso alla Syndication per l’esposizione dei loro lavori, Internet non l’ha modificata anzi, l’ha incrementata.

Riciclo dei contenuti (repurposing of content)

Credo che chiunque possa imparare a scrivere online, ma so che non tutti vogliono farlo o hanno il tempo.                             
La soluzione è riutilizzare, ossia prendere contenuti di qualità creati in un formato, cambiarli e ri-confezionarli .

Ecco alcuni esempi che funzionano bene:

  • -trascrivere  video e audio in una serie di articoli.
  • -Scrivere articoli basandoti su molteplici punti di vista (riutilizzare le idee).
  • -Spezzare reports o ebooks in articoli.
  • -Assemblare articoli in reports o ebooks.

Importantissimo è essere certi al 100% di avere il consenso dell’autore del contenuto prima di agire, altrimenti cadi nel plagio che deve essere assolutamente evitato per ovvi motivi.

Non esiste un metodo più autorevole nel marketing online come l’infomarketing.

L’Article Marketing è dare informazioni di marketing, sia sotto forma di blog, un guest post, un articolo su una directory, stai  fornendo con il suo impiego, dati gratuiti che ti aiuteranno a vendere di più.

L’infomarketing funziona perché :

–  dà prima di ricevere.

–  Ottiene clienti migliori, perché sono istruiti circa il prodotto prima di acquistarlo.

–  Aiuta le persone.

–  Non ha costi, una volta che pubblichi un articolo, lavora per te negli anni a venire.

–  Aumenta la fiducia.

–  Apre la porta ai guest post su reciproci blog.

Non ti sembra che tutti questi pregi siano ben lontani dall’ essere sepolti?

Ti auguro una splendido pomeriggio, sono curiosa di leggere i tuoi commenti qui sotto.

 

Copyright ©Adry.W – Tutti i diritti riservati

 

 

  • Facebook
  • LinkedIn
  • Pinterest
  • Google Plus

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>