• Facebook
  • LinkedIn
  • Pinterest
  • Google Plus

Ormai da un paio di anni i Social Network stanno spopolando coinvolgendo sempre più persone e aziende di marketing. Stiamo parlando, ad esempio, di Facebook e Twitter: questi due Social Network permettono oltretutto di integrarsi facilmente anche nei blog o nei siti internet, privati o aziendali, in modo tale che chiunque faccia visita a tali pagine web possa lasciare “una traccia” del suo passaggio. Tramite degli opportuni bottoni, il “Mi Piace” e il “Condividi” di Facebook e il nuovo “Follow” di Twitter, l’utente potrà condividere nel suo profilo la pagina visitata e inoltre lasciare un feedback positivo nel sito, che sarà visualizzato da tutti gli altri utenti che andranno a visualizzare quella pagina. Articoli web, Blog e siti internet quindi vengono valutati, oltre che per la loro indicizzazione sui motori di ricerca,  anche per i loro apprezzamenti ricevuti dalle social community.

Google, la famosa azienda di Mountain View, nota soprattutto per il suo motore di ricerca omonimo, che è il sito più visitato al mondo, ha lanciato da pochi giorni in fase di beta test il bottone “+1” (si pronuncia Plus One). I vantaggi di questo nuovo tasto stile Social Network sono molteplici, ma prima di illustrarveli facciamo un po’ di chiarezza sulle potenzialità di Google.

Google è un motore di ricerca che permette all’utente che digita delle “parole chiave” o keyword di accedere ad una pagina piena di risultati più o meno pertinenti: poiché sulla rete ci sono milioni se non miliardi di pagine web, l’utente si soffermerà principalmente a visualizzare i primi risultati di ricerca, solitamente quelli più attinenti alle parole cercate. I webmaster più esperti sanno benissimo che con delle varie tecniche, ad esempio il Search engine optimization, il cosiddetto SEO, è possibile far apparire le proprie pagine tra i primi risultati di Google e ottenere così maggiore visibilità. Far apparire un sito internet o un blog tra i primi risultati di un motore come Google è uno dei metodi più efficaci per alzare la popolarità dei propri servizi e aumentare il traffico web sulle proprie pagine. Inoltre continuiamo dicendo che i migliori siti internet fanno largamente utilizzo del SEO perchè c’è tantissimo interesse a pubblicizzare gratuitamente le proprie pagine, mostrandole tra i primi risultati (una buona fetta delle visite di una pagina web provengono dai Search Engine).

Ed eccoci ritornati al “+1” di Google, che non ha solo la funzione di far capire se una pagina è piaciuta al pubblico, ma ha anche lo scopo di ottimizzare le ricerche fatte dagli utenti. Chiariamo facendo un esempio: un utente cerca una notizia di questi giorni su Google e trova diversi risultati (magari ne trova pochi perché la notizia è molto fresca) e si ritrova a leggere un paio di articoli diversi. A questo punto egli potrà utilizzare il tasto “+1” sull’articolo e lasciare traccia del suo apprezzamento. Quando altri utenti andranno a cercare la stessa news su Google, troveranno tra i primissimi risultati gli articoli consigliati dagli altri utenti, riducendo così i tempi di ricerca e non incappando su articoli banali e poco utili.

La differenza principale tra i tasti Like e Follow e il bottone +1 sta proprio in questo: i primi due permettono di condividere solo con gli amici i link di proprio interesse, mentre il secondo permette di aiutare la comunità di Google ad ottimizzare le ricerche e porre fine alla crescita di tutti quei siti ben indicizzati, ma dal contenuto fragile e poco interessante.

Attualmente il tasto +1 di Google può essere visualizzato solo nelle ricerche sul .com, mentre sul .it dovremo ancora aspettare qualche giorno. Se avete un sito web o un blog e volete provare questa nuova interessante funzionalità, potrete seguire le istruzioni date nella pagina ufficiali di “Google +1”. Per vedere i +1 degli altri utenti basterà effettuare una ricerca su Google e vedere accanto ai vari risultati ottenuti il numero degli apprezzamenti ricevuti, mentre, se desideriamo lasciare un +1, ad una pagina particolarmente interessante o per farla conoscere ai nostri amici più facilmente, dovremo cliccare sull’apposito pulsante all’interno del sito. Se possediamo un account Google potremo visualizzare in un’unica pagina personale tutti gli apprezzamenti lasciati sul web, come se fossero dei veri e propri segnalibri.  L’unica pecca finora riscontrata è che le ricerche di Google vengono rallentate un po’ a causa del caricamento dei vari bottoni per ogni risultato.

Per chi volesse provare ad aggiungere il tasto +1 di Google sulla propria pagina web o sul blog, potrà farlo accedendo alla pagina Google Experimental Labs e cliccando su Join this Experiment. Esistono ben 4 modelli di +1 e potete scegliere quello che più sta bene nel vostro sito. Qualora utilizziate WordPress o Blogger, sarà possibile inserire il tasto Plus One all’interno di ogni post mettendo il codice HTML all’inizio o alla fine del testo.

Prossimamente Google rilascerà dei codici html per poter integrare il tasto +1 in pochi minuti e molto facilmente su ogni nostra pagina.

Il tasto +1 è il primo passo verso la socializzazione di Google, sempre più attratto da Facebook e Twitter. Ricordiamoci che dietro a tutti questi semplici tasti ci sta un grandissimo e ricchissimo mercato pubblicitario, dove le aziende tendono sempre a migliorare i loro prodotti cercando di capire cosa realmente piace agli utenti. Poiché Facebook sta diventando sempre di più un mercato, dove chi produce e vende prodotti crea inserzioni, sondaggi e pagine Fan per catturare sempre più utenti e consensi da parte del pubblico, anche gli altri colossi del web si stanno adeguando. Google dal canto suo, vende spazi pubblicitari agli utenti che vogliono una maggiore visibilità dei loro siti: così gli utenti che non riescono ad utilizzare il SEO nel migliore dei modi passano al SEM, al Search Engine Marketing, dove basta un semplice investimento per vedere la propria pagina tra i primi risultati sponsorizzati e ottenere più visite. Il tasto +1 permetterà a tutti coloro che hanno delle buone pagine web, dai contenuti interessanti e con argomenti di qualità, di apparire gratuitamente e con pochi sforzi tra i primi risultati di una ricerca. Infatti il tasto “+1” di Google non significa altro che Te lo consiglio, un semplice avvertimento che molto spesso ci semplifica la vita di tutti giorni.

  • Facebook
  • LinkedIn
  • Pinterest
  • Google Plus

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>