• Facebook
  • LinkedIn
  • Pinterest
  • Google Plus

Google  Seo off pageDopo tutti  gli aggiornamenti nel 2013 da parte di Google, nell’applicare le strategie  SEO off page devi prendere in considerazione quello che  sta davvero cercando.

Google è sempre più intelligente e  ciò che  ha funzionato uno o due anni fa, oggi nuoce al tuo sito oltre correre il  rischio di essere  penalizzato. Non usare” trappole”, perché avrai bisogno di un sacco di tempo e di soldi per estrarre  il tuo sito dalla palude nera dove Google te lo ha buttato.

Google sta lanciando un aggiornamento dopo l’altro, è naturale pensare a  quali strategie off page Seo usare senza venirne “schiaffeggiato”.

Molta gente si lamenta e geme a causa di tutti gli aggiornamenti che Google, ha fatto e continua a fare, dimenticando che il suo scopo è quello di migliorare l’esperienza dell’utente perché trovi esattamente le informazioni desiderate tra i miliardi di pagine che contengono, scusa il termine, solo stronzate.

Mi dispiace, ti apparirò rude, ma quante persone hanno falsificato massicciamente il sistema con i loro siti spazzatura negli anni?

Quei tempi sono finiti voglio dire è ancora possibile manipolare il sistema, ma è molto più difficile e non si può più spingere ogni schifezza in alto.

Google sta cercando ora più che mai il valore, e ha lasciato vecchie pratiche SEO nella polvere.                                                                                                                 Il nuovo standard vuole dare al visitatore quello che vuole a un livello elevato.

Che cosa non devi fare

Chi non ricorda i tempi in cui si comprava un paio di migliaia di backlinks per pochi euro, voglio dire è ancora possibile farlo, ma nuocerà al tuo sito più che aiutarlo.

Se hai un improvviso afflusso di backlinks da siti di bassa qualità che non hanno nulla a che fare con il tuo o la tua nicchia Google alzerà una bella bandiera rossa.

Nel 2013 Google ha fatto immensi passi in avanti, è molto  più avanzato di quanto possa pensare e può rilevare una marea di cose prima impensabili.

Comunicati stampa di bassa qualità

I backlinks dei comunicati stampa sono stati preziosi in passato e questo è il motivo per cui in molti costantemente li rilasciavano offrendo poco valore al pubblico. Google può ora vedere questo tipo di “manipolazioni” chiamiamole così, le cerca e non dà alcun valore a tali contenuti.

Off page

Se si digita Google SEO troverai migliaia di servizi che pretendono di portare il tuo sito al top. Non voglio dire che non lo facciano, ma a causa della concorrenza così feroce, tendono a offrire servizi meno attenti alla qualità.

Il risultato di questo è che la maggior parte dei servizi Seo segue un certo schema che non sembra naturale. Se Google pensa che i link non siano abbastanza casuali o semplicemente ne ha il dubbio, svaluterà il tuo sedere e la tua classifica.

In troppi con i loro articoli ingombrano Internet senza alcun o meno valore per il lettore solo per il beneficio di ottenere visibilità. Google sta demolendo questa pratica massiccia a causa proprio di questo tipo di contenuti pubblicati.                                                                                               

Inserisci le tue strategie Off page in un quadro più ampio.                                           Il tuo obiettivo dovrebbe essere quello di fornire valore in tutte le cose che fai. Tutto ciò non solo ti aiuterà a costruire il tuo brand e lo sviluppo di un sito come si deve, evitando così schiaffi e sculacciate da Google oltre a migliorare il posizionamento.

Grazie per leggermi, condividi questo post se ti piace.

Buon fine settimana.

Copyright ©Adry.W – Tutti i diritti riservati

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Facebook
  • LinkedIn
  • Pinterest
  • Google Plus

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>