• Facebook
  • LinkedIn
  • Pinterest
  • Google Plus

La qualità dei contatti nei vari social network quali facebook e google plus è di un’importanza estrema se vogliamo ottimizzare ed ampliare il nostro business on line, di qualunque tipo sia. Ad esempio in google plus, l’elemento veramente nuovo che caratterizza questo social, oltre alla videochiamata comune o privata, sono le “cerchie” dove ogni utente puoi inserire a piacimento i propri contatti a seconda delle categorie personalizzate che preferisce. Anche facebook in un certo senso permette di creare in un certo modo “gruppi” differenziati di amici, ma questo dettaglia non risalta così immediatamente come per google plus. E proprio da questo prendo spunto per parlarvi del fattore “qualità contatti” nei vari social network. Scommetto che vi siete sempre chiesti perchè dopo tre o quattro mesi avete già più di 500 contatti in facebook o google plus ma di questi 500, intrattenete veramente una comunicazione efficacie forse con il 10% dei contatti? Istintivamente verrebbe da pensare che più possibilità ho di far conoscere i miei contenuti a più persone nei vari social, e più incremento visite, vendite e quant’altro. Bè… secondo me si va solo incontro a troppe ottimistiche aspettative che non corrispondono alla realtà dei fatti.

PRIMO CASO

Immedesimatevi nella classica situazione tipo dell’utente medio frequentatore di social network:

– 20% dei contatti (o meno) di amici e conoscenti che si conoscono realmente anche dal vivo
– 30% di contatti di amici e conoscenti che non si conoscono nella vita reale ma con i quali intratteniamo piacevolmente discussioni in bacheca una volta ogni tanto
– 50% dei rimanenti contatti sono conoscenti che abbiamo aggiunto perchè erano amici di amici o semplicemente perchè occasionalmente hanno postato qualche volta un contenuto interessante.

SECONDO CASO

Ora immedesimatevi nella situazione tipo di un utente che utilizza anche i social per fare business:

– 10% contatti di amici, conoscenti o colleghi che si conoscono realmente anche dal vivo
– 40% contatti di amici, conoscenti o colleghi che non si conoscono realmente dal vivo e con i quali intratteniamo regolarmente discussioni riguardo i nostri interessi di business/marketing.
– 50% di contatti di utenti tramite i quali abbiamo avuto modo di scambiare opinioni riguardo ad un prodotto, servizio, idea di business ma che non seguiamo costantemente e che di conseguenza non ci contraccambiano effettivamente un reale interesse per quello che postiamo.

Sia nel primo che nel secondo caso posso azzardare l’ipotesi che il 50% (chi più chi meno) sono contatti “spazzatura”, ovvero sono contatti parcheggiati nel nostro account che probabilmente un giorno elimineremo per fare un pò di pulizia. Esiste un modo per aumentare la qualità dei contatti e fare in modo che OGNI NOSTRO MESSAGGIO IN BACHECA SIA CONTRACCAMBIATO CON UN RITORNO DI COMMENTI IN PERCENTUALE MOLTO PIU’ ELEVATO RISPETTO A QUELLO CHE ACCADEVA PRIMA?

Facebook e Google plus ci mettono veramente a disposizione funzionalità che ci permettano in pochi clic (e con semplicità) di far conoscere in modo mirato i nostri contenuti agli utenti con determinati profili che rispecchiano il nostro argomento/interesse/messaggio  in bacheca?

Tutto questo è già possibile nei due social, ma dovremmo fare un uso veramente appropriato del sistema stesso, centellinare ogni contatto e curarlo di modo che diventi un nostro potenziale cliente/opportunità di business reale e concreta.

Se vuoi scoprire come intendo approfondire e semplificare questa opportunità ti invito a leggere il precedente articolo “google plus e facebook: la mia idea di social business marketing del futuro”

Autore dell’articolo: Federico Bergna
Questo articolo è protetto dai diritti d’autore

  • Facebook
  • LinkedIn
  • Pinterest
  • Google Plus

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>