• Facebook
  • LinkedIn
  • Pinterest
  • Google Plus

Scrivere articoli e guadagnare tramite Adsense di google è possibile? Essere retribuiti tramite il pay per click è remunerativo oppure no? In questo articolo proveremo a rispondere a queste domande cercando di sondare cosa ne pensano i webwriter della retribuzione tramite adsense per i propri articoli e raccogliere le esperienze dirette degli utenti. Occorre innanzitutto fare una premessa ed analizzare quali sono i fattori da prendere in considerazione, se vogliamo essere retribuiti tramite Adsense:

1) Il blog o sito web che ospita gli annunci scritti dai webwriter e che hanno scelto di essere retribuiti tramite Adsense, tratta argomenti di nicchia, un argomento specifico, oppure è un “semplice” aggregatore di notizie?

2) La qualità del traffico del sito web è di ottima qualità? le visite al blog/sito web arrivano in modo naturale dai motori di ricerca  oppure la maggior parte delle visite derivano da sistemi di reclutamento forzato di visitatori?

3) Nell’articolo, quanti e in quali formati sono presenti gli annunci Adsense?

4) La contestualità degli annunci Adsense, rispecchia realmente il contenuto dell’articolo scritto dal webwriter?

5) Il gestore del blog/sito web trattiene una percentuale dai tuoi guadagni Adsense oppure non trattiene alcuna percentuale sui guadagni?

6) La difficoltà tecnica e la particolarità nello scrivere un articolo molto elaborato, permette realmente di ottenere guadagni sostanziosi nel tempo? (per sostanziosi intendo come punto di riferimento, articolo di 350-400 parole oltre i 4€)

Provate ora a paragonare questi due tipi di retribuzione:

pagamento di un tot fisso di euro per parola scritta (noi di Articoliinvendita.net proponiamo €0,01 per parola scritta meno un fisso di 0,25 per articolo ed un eventuale guadagno di €0,25/€0,50 aggiuntivi a seconda della quantità di immagini inserite nell’articolo se richieste dal webmaster). (Tariffe aumentate di guadagno aumentate, oltre lo 0,01 per parola ed in base anche al tipo di articolo da realizzare)

pagamento tramite click su banner Adsense (con percentuale dei guadagni trattenuta o meno dal gestore del sito)

Che soluzione sareste portati a scegliere e perchè? Quale tra le due scelte, permette a voi webwriter, di ottenere nel tempo e con costanza una retribuzione adeguata ai vostri sforzi? Perchè nel web ci sono una miriade di paid to writer che offrono una retribuzione tramite Adsense piuttosto che pagare direttamente il lavoro di un webwriter? Sarebbe molto interessante raccogliere sotto questo articolo, commenti, esperienze di guadagno Adsense nell’article marketing, pregi e difetti. Tu cosa ne pensi?

Autore dell’articolo: Federico Bergna
Questo articolo è protetto dai diritti d’autore

  • Facebook
  • LinkedIn
  • Pinterest
  • Google Plus

2 risposte a Paid to write retribuito tramite Adsense: funziona?

  • ferruccio scrive:

    Da Adsense sono stato bannato per click invalidi e ritengo sia stato un bene. Ora sono pagato per gli articoli che scrivo e mi pare di guadagnare di più. Certo non posso permettermi certe collaborazioni perché lavorano solamente in Pay per Wiew, ma torno a ribadire che in fondo è meglio così: hai la sensazione di essere trattato come un vero professionista :-)

  • Federico Bergna scrive:

    Caro Ferruccio, ti ringrazio per il tuo pensiero. Sono fermamente convinto che Adsense, nell’ambito del paid to write come mezzo di pagamento, sia utile e comprensibile solo per certi blogger che si avvicinano per la prima volta al copywriting. Sicuramente non può essere un mezzo per retribuire un professionista con tanto di partita IVA o in R.A. che svolge questo lavoro come unica risorsa professionale. Non voglio essere pessimista, esistono casi concreti nel web di chi investe adeguatamente (e bene…) nell’article marketing. Persone che riconoscono (e sanno riconoscere) i benefici che portano contenuti sempre aggiornati, di qualità e strutturati in modo tale per aumentare la visibilità sui motori di ricerca. Consiglio in particolar modo ai lettori che vogliono cimentarsi nella scrittura on line la lettura di questo interessante articolo ( http://www.articoliinvendita.net/blog/sei-sicuro-di-fare-il-webwriter/ ). Ciao alla prossima e complimenti per il tuo blog! Anche per me l’Australia rimane per il momento un sogno nel cassetto…. :)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>