• Facebook
  • LinkedIn
  • Pinterest
  • Google Plus

web writer in mezzo agli artPreparati, questo è un articolo abbastanza lungo che, oltre al piacere di scriverlo e condividerlo, mi ha aiutato a mettere in chiaro determinate difficoltà del mio lavoro.

Nel lavorare online ci sono diverse insidie ​​da evitare.

Combattiamo contro la procrastinazione su base regolare, alcuni hanno terrore del fallimento mentre altri temono il successo, poi è sempre presente la curva dell’apprendimento, ossia “il sovraccarico d’informazioni”, ma a mio parere, forse il nemico più insidioso di tutti quando si tratta di riuscire online è:

il sottile, reale e maledetto PERFEZIONISMO.

Anche se non ti consideri un “perfezionista”, continua a leggermi per vedere come questa tendenza fin troppo umana, possa essere un nemico da non sottovalutare per la tua produttività.

Ecco solo un esempio:

*     Non lancio quel prodotto perché so che potrei migliorarlo, appena ne ho il tempo.

Attento, non sto dicendo che la qualità non abbia la sua importanza, ma che molti degli addetti ai lavori on-line non sono andati avanti come avrebbero potuto fare perché hanno aspettato.

Hanno aspettato a fare le cose in modo soddisfacente con solo un’altra revisione.

Hanno aspettato di vedere come stava andando il mercato.                                       Hanno aspettato per vedere cosa stava facendo la concorrenza, e cos’è successo?

Hanno perso terreno, slancio, perché hanno aspettato. Hanno perso soldi perché hanno aspettato.

Vedi, io soffro di perfezionismo …, infatti, oggi dopo aver controllato il mio file “articoli” ne ho scoperto ben 235 articoli in PROGETTO da revisionare, e solo per la mia rubrica di crescita personale, eh si, sono una vera “macchina da scrivere”, ma tutto ciò significa, ahimè, che ho impiegato tempo su questi articoli e non ne ho ancora visto i frutti.

Ecco quello che fa il perfezionismo, ti ruba la ricompensa del lavoro, aumenta la fatica a controllare “ancora una volta”, di conseguenzamina la produttività, soffrendo, oltretutto una sorta di angoscia mentale.

Come sconfiggere questo mostro?

Non pretendo di avere tutte le risposte, ma voglio condividere ciò che secondo me dovrebbe funzionare, e lo metterò in atto da subito.                                              

Il primo passo è la realizzazione.

La perfezione è un mito, in realtà non esiste. Nulla su questa terra è perfetto.              Se qualcosa lo fosse stata, non sarebbe rimasta a lungo, viviamo in un mondo in continua e rapida evoluzione.

Il secondo, è riconoscere che la perfezione è impossibile da raggiungere, non importa quanto duramente ci provi, le cose come le persone, non possono essere rese perfette.

Non ricordo più chi disse: “un piano ben eseguito oggi è meglio di un piano perfetto da fare la prossima settimana”, lo trovo verissimo.

Quanti grandi idee hai avuto e che non hanno mai visto la luce perché hai rimandato per renderle perfette? Quante volte hai avuto una convinzione, ma non l’hai attuata e poi hai visto che qualcun altro ha avuto la stessa idea in seguito? Acc … come fa male, vero?

Identificazione

Fai un elenco dei progetti che hai in corso.                                                        

Scegline quattro che vuoi veramente perseguire, non dieci ma quattro, a questo punto l’azione successiva da fare in massimo 15 minuti è spostare il tutto come priorità.

Scrivili in un calendario che hai vicino, o dove vuoi, basta che sia sotto gli occhi, e dedica un’ora al giorno, per esempio a partire dalla prossima settimana a quello, fallo per prima cosa nella giornata.

Se il perfezionismo scorre in profondità nelle tue vene, sarebbe utile e saggio trascorrere un pò di tempo a pensare a ciò che ami, ti accorgerai che non è perfetto, ma è bello…

Spesso usiamo il termine “perfetto” per qualcosa di realmente gradevole e piacevole, non c’è nulla di male, ma i significati delle parole possono essere flessibili, e bisogna anche vedere le cose per quello che sono.

Nel tuo lavoro on-line, che si tratti di un articolo, un prodotto etc., devono essere buoni non perfetti, così come un video da caricare su YouTube deve essere reale, non un capolavoro Felliniano.

Puoi lavorare nella maniera migliore, senza farti massacrare dalla mania della perfezione.

In pratica è un pensiero liberatorio che è meglio abbracciare ogni giorno.                        Mi spiego, l’impegno per la qualità è un must, c’è però differenza tra qualità e perfezione, come  c’è  tra il fare del tuo meglio ora e il confronto con quello che faresti se aspettassi due mesi o due anni, spesso è quella che incide veramente tra successo e fallimento.

“Vale la pena fare male qualcosa fino a quando s’impara a farla bene”.

Il perfezionismo è una bestiolina–folletto, le piace nascondersi all’interno dei progetti cui tieni di più e ti attanaglia puntualmente.

Hai articoli, comunicati stampa, prodotti in “bozza” oppure nella mente?

Se sì, dai a ognuno un’ora concentrata, in quel lasso di tempo darai il meglio delle tue capacità, poi spediscili, postali, usali come sono, non importa come ti senti al riguardo.

Ho anche una parolina sul Marketing.                                                                  

Esiste un metodo di marketing che vuoi utilizzare ma non ti senti sicuro? Ricordati sempre, solo quelli che agiscono vengono ricompensati.

Identifica quello che vuoi imparare e riservati un paio d’ore per studiarlo sul serio, devi metterlo a fuoco, non importa quanto ci metti.

Non esiste un metodo di Marketing che non possa essere compreso da una persona normale che lavora on-line, basta qualche ora di sforzi mirati.

Il tuo obiettivo non è quello di diventare un esperto su tutto, è quello di comprendere  abbastanza bene per andare avanti .

Creazione di un prodotto

In quanti hanno un ebook, audio, video, report non terminato?

Lo comprendo molto bene, ci sono in mezzo, è vero, tra fare articoli per la Web Agency, per il blog e due rubriche, e nel mentre cercare di finire qualche infoprodotto, come da obbiettivi, sta diventando davvero complicato, tenendo conto che sto al pc quasi tutto il giorno e di più…

ecco perché sto riflettendo, e scrivendo questo articolo anche per me stessa, non solo per te, cercando un maniera  per non sentirmi così stanca e più soddisfatta alla fine della giornata.

… e oggi mi si è illuminata una lampadina.

Basta organizzare il progetto in un periodo determinato e farlo accadere, in pratica iniziare con quello che hai, prendendo un impegno con te stesso nel tempo.

Nella mia vita parecchie volte mi sono data delle scadenze anche a lungo termine, ci sono arrivata, perché non attuare questa strategia anche nel mio lavoro online?

L’esistenza umana è fatta di una serie infinita di cambiamenti e correzioni di rotta, di mete, di “da dove partiamo”.                                                                        

Imposta i tuoi obiettivi, traccia la rotta e fai del tuo meglio, non dimenticare,  puoi controllare i tuoi progetti e non viceversa.

Stabilisci le priorità, scegli le azioni, e soprattutto, quando vedi che il tuo è un buon lavoro, non farti prendere dalla frenesia del “deve essere perfetto”.

Ne guadagnerai anche in tranquillità, e quest’ultima è quella di cui abbiamo più bisogno per essere creativi e produttivi, non credi?

 

Copyright ©Adry.W – Tutti i diritti riservati

 

 

 

  • Facebook
  • LinkedIn
  • Pinterest
  • Google Plus

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>