contribuente

Decreto legge monti

Buone notizie per i contribuenti: gli effetti della crisi si fanno sentire anche sulle “armi” del Fisco, allineandone gli effetti con l’attuale congiuntura economica. Con il decreto legge 6 dicembre 2011 n. 201 (c.d. decreto Monti, già convertito in legge con il provvedimento 22 dicembre 2011 n. 214) sono infatti state introdotte mitigazioni per gli studi di settore ed agevolazioni di vario tipo. Molti gli effetti per i contribuenti per i quali potrà scattare o è già in corso un accertamento fiscale: essi potranno usufruire dei suddetti benefici, ritenuti già operanti per il periodo d’imposta 2011. Gli studi di settore già approvati e predisposti per il controllo dei redditi di tale esercizio saranno rivisti e modificati tenendo conto dell’andamento economico dei mercati. Nell’ottica dell’adeguamento dei parametri di congruità alla congiuntura economica reale (c.d. “intervallo di confidenza”) saranno prese in considerazione determinate aree settoriali o territoriali. La manovra Monti incentiva inoltre il sistema del c.d. “contribuente virtuoso” (o “compliance”): ogni comportamento ritenuto corretto e coerente con le linee fiscali sarà tenuto in debita considerazione ai fini dell’applicazione di meccanismi premiali. Continua a leggere