• Facebook
  • LinkedIn
  • Pinterest
  • Google Plus

idee per un articoloIspirazione… quella parola magica che ti rende tutto più facile. Personalmente associo la parola “ispirazione” a motivazione, voglia di fare, riscontro, soddisfazione, facilità di comprensione, spensieratezza e fantasia. Ecco vedi, con l’ispirazione ho trovato questi sinonimi senza staccare le dita dalla tastiera per più di un secondo. Ma cosa possiamo fare per acchiappare al volo un idea? Come si fa a non “sopprimere” l’ispirazione e scrivere ogni giorno un testo che sia realmente di facile comprensione e che possa venir letto come bere un bicchiere d’acqua?

Ecco le strategie che uso io e che ho imparato a sfruttare conoscendo prima di tutto me stesso:

1) Se ho in mente di scrivere 5 articoli in un giorno, mi fermo un attimo, e penso realmente a cosa voglio ottenere con cinque articoli. Quasi sempre va a finire che scrivo un solo articolo, ben fatto e che possa concretamente riscuotere eventuali commenti da parte del lettore.

2) Ho imparato a capire e conoscere quando e a che ora scrivere, lavoro permettendo. Voglio dire: io trovo maggiore ispirazione dalle undici di sera in poi. Forse perchè ho smaltito gran parte dello stress quotidiano e la mente si sta già preparando a sognare… non scriverei mai un articolo dopo aver cenato, è il momento esatto in cui voglio buttare la testa altrove senza condividere per forza di cose i miei pensieri con qualcuno. Lo ammetto, ho bisogno del classico quarto d’ora/mezzora di incarognamento feroce. Se poi ho il frigo che assomiglia ad un latitante al posto di una riserva di cibo siamo a posto…

3) Le sigarette: punto dolente. E’ risaputo che fumare fa male e anzichè portare a rilassarsi, la nicotina ha un effetto eccitante. Bisognerebbe scrivere senza avere la sigaretta in mano, o almeno personalmente, mi porta spesso a far divagare la mente piuttosto che concentrarmi. Tuttavia ho imparato a conoscere anche questo aspetto di me. Se proprio mi viene voglia di fumare, prima di iniziare a scrivere mi faccio un bel caffè, mi fumo una “paglia” ed inizio a stendere l’articolo con in bocca quel fantastico aroma di caffeina e nicotina assieme.

4) La morosa: quando scrivo creo! non posso creare se ogni due minuti ti chiedi perchè non ti sto dedicando attenzioni :-) questo è il mio momento di gloria, niente e nessuno deve distogliermi dal farmi perdere l’ispirazione. Certo… magari se pulisco prima la cucina o tocca me lavare i piatti lo faccio per tempo. Altrimenti la nostra ispirazione non è granché giustificata.

5) La televisione: spegnerla, spegnerla e spegnerla. Quando scrivo deve esserci silenzio totale, non deve volare una mosca, se poi come ho detto scrivo di solito dalle undici di sera in poi generalmente c’è silenzio.

Rispettando tutte e cinque le strategie appena elencate riesco a scrivere un articolo entro un’ora. Poi rompo il guscio che mi ero creato e ritorno alla normalità. Già…quando scrivo dovresti vedere le facce che faccio, meglio sorvolare! la prossima volta che mi leggerai prometto che ti posterò una foto nell’ intento sublime di scrivere un articolo. Occhio però… uomo avvisato, mezzo salvato!

Federico Bergna
Questo articolo è protetto dai diritti d’autore.

  • Facebook
  • LinkedIn
  • Pinterest
  • Google Plus

3 risposte a Tecniche per non sopprimere l’ispirazione

  • Adry.W scrive:

    allora Fede… ormai a quest’ora le mie dita sono totalmente intrecciate ma ti mando per stanotte i punti che ci accomunano.
    1-siamo fumatori, brutta bestia, vizio schifoso, e mi sono resa conto che stando così tanto di fronte al pc, come ho potuto constatare molti viziosi come me, che lavorano online, che fumo come una turca, ma che spessissimo devo pulire la tastiera perchè scrivendo la cenere mi cade con gli ovvi risultai….e meno male che non bevo caffè….
    2-silenzio totale, a volte scelgo una musica particolare, a volte lascio la tv accesa, non la guardo mai…ma senza audio…

    3-scrivere sempre la notte, pensa che , magari devo fare un articolo importante per un cliente, o per l’azienda, e divento matta perchè nn mi vendono le idee,pensandoci tutto il giorno, a volte mi è capitato anche di sognare l’articolo,svegliandomi la mattina imbestialita perchè non lo ricordo e non avevo il “registratore mentale”…. poi all’improvviso in 40 minuti divento un scheggia frenetica e ti butto giù l’articolo così…
    4- notororiamente nei secoli, molti scrittori hanno come compagnia i gatti, io ne ho 2 neri come la pece, meravigliosi, (sono gattata sfegata), ed è bello averli al fianco del portatile sonnecchiando…certo sono silenziosi, affettuosi e rispettuosi se ben educati, nel senso che a volte dico loro “mollatemi” loro capiscono e scendono dalla scrivania…
    5- divento scrurrile quando non riesco a scrivere come voglio, o mi blocco, cosa normale e umana, i vaffa ecc. non si contano, ma poi mi calmo e lì tutto scaturisce…sono espressiva quindi anch’io se mi vedessi in quei momenti, penso che le mie smorfie siano davvero orripilanti o buffe non saprei….
    6-mangio spessissimo di fronte al monitor, vivo sola, non ho orari e nessuno a cui render conto quindi ogni tanto c’è anche qualche pezzo di ragù sulla tastiera…infatti ne ho già dovuto cambiare una…
    bhè per stanotte ho finito…vediamo cosa ti racconterò domani….
    buona giornata e buon riposo

    • Federico Bergna scrive:

      Spettacolo…… :-))) i pezzi di cenere sulla tastiera ma il ragù è il top!!! tanto per dirti io ho il tasto “C” gremato da un lapillo…
      ma il ragù davvero… quello non mi è mai capitato! Ho avuto una brutta esperienza con birra però, nel senso che mi si è rovesciata sulla tastiera e si è bruciato tutto. Amen!

      Anch’io ho una gatta, o meglio, è della mia vicina e quando salta sul divano mi prende a testate! comunque anch io amo la musica, delle volte quando sfriso via mentre scrivo metto qualche pezzo di Nick Cave, solitamente però mi piace il silenzio mentre scrivo :-) a presto!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>